Tutti o quasi vorrebbero correr più a lungo. Molti sono addirittura disposti a sacrificare la salute per questo, vedendo gli infortuni come il prezzo da pagare per raggiungere certe velocità o distanze. Ma credimi, non deve essere così! In questo post vediamo come aumentare la resistenza nella corsa, facendolo però in modo sostenibile.

Qui c’è da capire che aumentare la resistenza non vuol dire solamente riuscire a correre più a lungo ma vuol dire riuscire a farlo meglio, con uno sforzo minore o, per meglio dire, godendosela di più. Si tratta quindi di prendersi cura del proprio motore aerobico, scegliendo le giuste metodologie per allenarlo al meglio. Si tratta, in pratica, di recuperare le proprie strutture corporee per potersi permettere poi infine di sostenere una corretta tecnica di corsa.

E poco importa al tuo corpo che tu voglia subito pensare alle velocità, a battere il tuo compagno di squadra o a finire la prima gara. Se non lo fai allenandoti nel modo corretto, con il giusto approccio, prima o poi ti ritroverai a doverne pagare le conseguenze. Senza, magari, poi nemmeno riuscire a raggiungere il tuo obiettivo. Vediamo allora 3 preziosissimi consigli per l’allenamento che puoi mettere in pratica fin da subito per aumentare e migliorare la tua base aerobica.

CONSIGLIO #1: INIZIARE A PRATICARE LA CORSA RIGENERANTE

Molti la scambiano per una semplice corsa di recupero, ma in realtà è una vera e propria metodologia allenante. Passare abbastanza tempo eseguendo la corsa rigenerante sia, secondo me, il primo e obbligatorio passo per costruire al meglio la nostra corsa. Questa metodologia ci permette di lavorare su molteplici aspetti, tra cui quello fondamentale di allenare la nostra capacità aerobica. Una sfida di 30 giorni almeno che ti devi porre, dedicata a sperimentare l’efficacia della corsa rigenerante. Credimi, chi la pratica ha ottenuto risultati davvero strabilianti!

Ma la verità, è che 30 giorni sono davvero pochi. Certo, servono per iniziare, ma poi andrebbe praticata per mesi, così da vedere davvero l’efficacia e la potenza. Se non sai ancora di cosa si tratta, vai a leggere l’articolo dedicato a questa metodologia di allenamento ed inizia ad inserirla nelle tue prossime corse.

CONSIGLIO #2: IL WEEK END INVECE DI CORRERE CONCEDITI UNA LUNGA PASSEGGIATA IN NATURA

Camminare è una vera e propria attività complementare alla corsa e può fare molto per aumentare la nostra resistenza. In particolare, oltre a fare in modo di camminare quanto più possibile nella tua vita quotidiana, ti invito a sfruttare il week-end per uscire e camminare più a lungo, se possibile in natura. Se lo fai in montagna, meglio ancora!

Stare sulle gambe è uno dei migliori allenamenti aerobici e non ti dovrai preoccupare se quel giorno non hai corso. Perchè i benefici di queste lunghe camminate, indovina un pò, te li ritroverai proprio nella tua corsa:

  • gambe più forti;
  • migliore capacità aerobica;
  • gestione delle energie

Questi sono solo alcuni dei grandi benefici di dedicare alcune ore della settimana a camminare. Una cosa importante però: durante la camminata dovrai applicare gli stessi principi della corsa rigenerante. In poche parole, non sfinirti, niente fiatone e bocca spalancata, anche se stai camminando in salita. Se non riesci a tenere un determinato passo, una determinata velocità, semplicemente rallenta. Tranquillo, non c’è nulla di male rallentare!

CONSIGLIO #3: SFRUTTA SALITE E DISCESE

Inserire  nelle proprie corse dei tratti leggeri e brevi di salite e discese può essere infatti un ottimo stratagemma. Queste condizioni ci permettono di allenare cambi di ritmo, ci costringono ad accelerare o rallentare e a gestire al meglio le nostre energie e la nostra tecnica. Sono insomma una vera e propria palestra del corridore, che grazie alla forza di gravità ci mette alla prova e mette alla prova la nostra preparazione.

Se ti senti pronto, se hai già una buona tecnica e una buona preparazione, e soprattutto se sai correre in salita e in discesa, inizia a ricercarle e a sfruttarle nei tuoi allenamenti. Non servono grandi pendenze, puoi iniziare anche con dei falsi piani, imparando a gestirli, regolando ritmo, velocità e respiro. Questo allenamento darà il turbo alle tue corse in pianura!

Questi sono dunque i tre ottimi consigli che ti posso dare per iniziare ad allenare e potenziare al meglio la tua capacita aerobica. Ricorda però una cosa: tutto questo non vale nulla se non sai correre. Non mi resta che augurarti buone corse e, mi raccomando, goditele!

CONDIVIDI L’ARTICOLO

PAGINE SOCIAL

Categorie

Archivio

ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER

LEGGI IL MIO LIBRO

VAI ALLO SHOP!
VAI ALLO SHOP!
VAI ALLO SHOP!
VAI ALLO SHOP!