E’ inverno, l’aria è fredda, la gran parte delle giornate saranno contrassegnate da un vento gelido, e sicuramente non mancheranno quelle con la neve. In questo post voglio darti alcuni consigli per non rischiare di ammalarti e godere al massimo dei benefici dei tuoi allenamenti anche in inverno. Prima però voglio portarti a scoprire come siamo fatti, a cosa serve il nostro naso e il perchè, soprattutto con temperature fredde, è fondamentale respirare proprio con il naso durante le nostre corse. Lo sapevi che lo strumento principale per respirare in natura, in quanto esseri umani, è proprio il nostro naso? Lo sapevi che il naso è una struttura formidabile che filtra sporcizia, virus e batteri, riscalda l’aria in entrata, la deumidifica e la rende pronta per essere processata al meglio dai nostri polmoni, cioè, la mette nella perfetta condizione fisiologica per il nostro corpo? Hai mai riflettuto sul fatto che l’ossigeno per arrivare ai nostri muscoli, ai nostri tessuti, alle nostre cellule ha bisogno di anidride carbonica a sufficienza e che, espirando con la bocca, andiamo a sprecarne troppa, rendendo il processo poco efficace ed efficiente?

Questa importante struttura è stata messa lì da Madre Natura, non di certo a caso, e svolge una serie di fondamentali funzioni che servono a preservare da varie problematiche la nostra funzione respiratoria. Prima fra tutte è la capacità di mantenere stabili le caratteristiche fisiche di umidità e temperatura dell’aria inspirata.

Infatti, l’aria ha bisogno di arrivare all’interno del nostro corpo in un modo ben preciso, per non rischiare di provocare danni e per essere utilizzata correttamente. Tuttavia, le condizioni ambientali sono spesso diverse e variano al variare delle stagioni e dei momenti dell’anno. Lo strumento che la natura ha creato per assolvere a questo compito non è la bocca, bensì è proprio il nostro naso. E’ proprio questa formidabile struttura che corregge temperatura e umidità, rispetto a quelle molte variabili dell’ambiente.

Pensa alla differenza della temperatura e dell’umidità dell’aria in estate ed in inverno, nel mare o nel deserto, in montagna o in campagna. Il passaggio dell’aria attraverso il naso determina un cambiamento della temperatura dell’aria stessa. L’aria inspirata attivamente dal naso, a contatto con la mucosa, che tappezza le pareti delle fosse nasali, si riscalda fino a raggiungere la temperatura di 37 °C quella interna del nostro corpo. Portare nelle vie aeree inferiori l’aria ad una temperatura vicina a quella fisiologica dell’ambiente interno del nostro corpo, evita di provocare un’irritazione delle vie aeree spesso causata dall’aria fredda, che rischia poi di infiammare le mucose respiratorie e aprire la strada ad una maggiore vulnerabilità infettiva da parte di agenti batterici e virali. A maggior ragione, in questo periodo storico, è fondamentale non andare a crearci infiammazioni del genere. A maggior ragione, svolgendo un’attività che dovrebbe migliorarci la vita come la corsa e non farci del male.

Stessa cosa vale per l’aria troppo umida, e anche in questo caso l’intervento dei turbinati del naso permette un cambiamento delle condizioni di umidità dell’aria inspirata, rendendola pronta per essere gestita dall’ambiente interno. Altra cosa importante da sapere è che nelle fosse nasali l’area viene filtrata da micropolveri, agenti inquinanti, virus e batteri, grazie alle vibresse, che sono i peli presenti all’interno del nostro naso.

Spero di averti convinto sull’importanza di utilizzare il naso per correre durante l’inverno. Arriviamo ora a qualche consiglio pratico da adottare e prevenire situazioni poco piacevoli.

RESPIRA CON IL NASO

Innanzitutto, inizia sin da subito a chiudere la bocca e respirare con il naso durante le tue corse. Lo so, è più facile a dirsi che a farsi! Per qualcuno non sarà facile ed è inutile dirti che dovrai rallentare, soprattutto se non hai ancora investito su questo tipo di respirazione in passato. Allora, dovrai rallentare e anche molto. La mia raccomandazione è di non vederlo come un segno negativo, come qualcosa di penalizzante. Vedilo piuttosto come un importante investimento per la tua salute, il tuo benessere, le tue performance e anche per la tua corsa.

Infatti, sì, rallenterai ma finalmente, proprio grazie a questo, inizierai a lavorare al meglio sull’allenamento del tuo motore aerobico, facendo allenamenti che non ti eri mai permesso prima. Allenati qualche mese investendo sulle basi, sul massimizzare tutti quegli adattamenti fisiologici che solo la corsa puramente aerobica può dare e vedrai che non appena tornerà la bella stagione riscuoterai tutti i frutti di questo bell’investimento.

GODITI SEMPRE LE TUE CORSE

Goditi le tue corse respirando con il naso non vivendola come una frustrazione ma piuttosto come un modo di esplorare un’altra dimensione della corsa. Una dimensione che magari non hai ancora conosciuto. Provare per credere!

RESPIRA CON IL NASO NELLA VITA QUOTIDIANA

Respira sempre con il naso, così da farla diventare sempre più facile e così da recuperarla più velocemente. D’altronde, se non sei solito utilizzare sempre il naso per espirare, ci vorrà un pò prima che questo recuperi la sua piena funzione.

Spero a questo punto del post di averti convinto. Tutto questo te lo raccomando per renderti più forte, più in salute e anche più veloce. Certo, ci vuole pazienza, costanza e umiltà per mettere in pratica tutto questo. Non è per tutti! E’ necessario seguire i tempi di Madre Natura e non i tempi dettati dal nostro ego o da chi fornisce consigli senza conoscere le basi della fisiologia, quella biologica, dell’anatomia e dell’evoluzione umana.

CONDIVIDI L’ARTICOLO

PAGINE SOCIAL

Categorie

Archivio

ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER

LEGGI IL MIO LIBRO

VAI ALLO SHOP!
VAI ALLO SHOP!
VAI ALLO SHOP!
VAI ALLO SHOP!