Sono tanti i limoni che popolano i miei alberi piantati nell’orto. A vederli sono un vero spettacolo della Natura, e poi questo loro colore giallo vivo, che li fa splendere tra i rami! In cucina sono diventati praticamente indispensabili per condire e aromatizzare tantissime ricette salate e dolci. Quando viene il momento di preparare un buon tè caldo, oppure nella preparazione di qualche dolce, o un primo o un secondo, ecco l’ingrediente necessario e indispensabile da usare se si vuole conferire al piatto un tono di allegria e genuinità.Ssono frutti che si sono conquistati un posto d’onore non solo nella mia cucina ma anche in quello della cosmesi e della cura del benessere di corpo e mente.

Frutti allegri, dal colore solare, che maturano tutto l’anno. I popoli antichi ne erano affascinati e li sfruttavano in ogni occasione: gli Egizi, ad esempio,  usavano il limone per imbalsamare le mummie e spesso lo inserivano nelle tombe insieme ai datteri e fichi, i Greci, invece, usavano i limoni per scopi ornamentali. Della loro antica presenza in Italia (probabilmente, sono stati i Romani ad importarli dall’Oriente) si ha testimonianza in pitture di Pompei ritrovate durante gli scavi del 1950.

Giungono a maturazione in tre diversi periodi dell’anno: la prima fruttificazione, chiamata invernale o primofiore, giunge  a maturazione in Ottobre; la seconda fruttificazione avviene a Marzo (i limoni di questo tipo sono di minor pregio commerciale); nel corso della terza fruttificazione, tra Giugno e Luglio, maturano i limoni verdelli, così chiamati per il colore della buccia, particolarmente compatta e aderente alla polpa.

Interessante il contenuto soprattutto di vitamina C  e poi sali minerali (in particolare potassio, magnesio e calcio) e le fibreZero grassi ma ricchi di oli essenziali,  disponibili sia nel succo e sia nella scorza, preziosi e sfruttati in ambito della cosmesi e aromaterapia, ad elevato potere antiossidante, da renderli molto efficaci nel contrasto dello sviluppo delle tossine responsabili dell’invecchiamento precoce delle cellule del nostro corpo.

Il succo bevuto durante i pasti è in grado di migliorare la digestione, in quanto stimola la produzione dei succhi gastrici responsabili del processo digestivo; la buccia, invece, se bollita e bevuto l’infuso a fine pasto, dà sollievo da mal di stomaco e pesantezza dovuta a pasti abbondanti.

Con il limone disinfetti la gola e le vie urinarie, riduci i livelli di colesterolo cattivo nel sangue, potenzi le difese immunitarie, disinfetti e curi efficacemente le affezioni della pelle, come brufoli e macchie scure, assicuri benessere a capelli, unghia e ossa.

I frutti anti-age, per nutrirsi in modo sano e leggero, per curare molte patologie, per migliorare l’estetica del nostro corpo, e puoi anche usarli disinfettare, sgrassare, eliminare cattivi odori, lucidare e allontanare insetti indesiderati.

LIMONCELLO

Ottimo da sorseggiare dopo i pasti, accompagnando qualche pasticcino, oppure per aromatizzare dolci, macedonie e gelati. Una volta pronto, si conserva in frigo o in freezer: la presenza di alcol e zucchero ne impedirà il congelamento. Prima di iniziare a sorseggiarlo, attendere almeno due settimane.

INGREDIENTI; 5 limoni della varietà Sorrento; 1/2 litro di alcol puro 95°; 400  grammi di zucchero semolato; 1 litro di acqua naturale

Lava i limoni, asciugali con un canovaccio e procedi prelevando la scorza gialla o con un pelapatate o con un coltello ben affilato. Inserisci tutte le scorze ottenute in un barattolo di vetro con chiusura ermetica, aggiungi l’alcol, e fai macerare per almeno una settimana in un luogo fresco e al riparo dalla luce.

Ogni giorno scuoti il barattolo per far amalgamare bene gli ingredienti. Trascorso il tempo di macerazione, filtra il liquido con un colino e subito dopo prepara lo sciroppo.

In una pentola versa acqua e zucchero e porta ad ebollizione, mescolando di continuo, fino a che lo zucchero non sarà completamente sciolto. Lascia raffreddare e unisci allo sciroppo il liquido aromatizzato con le scorze di limone e mescola bene.

Travasa il composto in delle bottiglie di vetro (sterilizzate precedentemente), infine, chiudi ogni bottiglia con il loro tappo e conserva in luogo fresco.

CREMA DI LIMONCELLO

Un limoncello denso e cremoso, perchè rispetto a quello precedente, si aggiungono altri due ingredienti: latte e panna. Volendo si può usare anche della vaniglia, ma non è obbligatorio! Semplicemente la sua funzione è quello di aromatizzare la crema. L’ideale servita ghiacciata dopo i pasti o come fresco drink estivo, ma nulla vieta di usare un pò di questo squisitissimo liquore cremoso come bagna per il pan di Spagna.

INGREDIENTI; 5 limoni;1/2 litro di alcol 95°; 1 litro di latte; 1 litro di panna fresca liquida; 1 bacca di vaniglia; 500 grammi di zucchero semolato

Lava i limoni, asciugali con un panno, procedi prelevando solo la scorza gialla con un coltello ben affilato. Versa l’alcol in un barattolo di vetro a chiusura ermetica e aggiungi le scorze di limone ottenute, che lascerai macerare per  una settimana in un luogo buio e fresco, agitando il recipiente ogni giorno.

Trascorso il tempo della macerazione, prepara la crema: in una pentola porta a bollore il latte con panna e baccello di vaniglia. Spegni il fuoco e lascia intiepidire. Unisci lo zucchero e mescola fino a farlo sciogliere completamente. Fai raffreddare e togli la bacca di vaniglia.

Riprendi il barattolo con le bucce di limone e l’alcol, filtra l’infuso con un colino e unisci la crema preparata a parte e mescola.

Procedi con il travaso del composto in delle bottiglie, precedentemente lavate e sterilizzate, aiutandoti con un imbuto. Chiudi ermeticamente ogni bottiglia e riponi in freezer.

CREMA AL LIMONE

Ottima per farcire torte e crostate ma nulla vieta di gustarla come goloso dessert, accompagnando con qualche biscotto fatto in casa. Facile e veloce da realizzare, non sono richieste capacità particolari. L’unica accortezza richiesta è quella di unire il latte caldo al composto di uova, zucchero e farina, facendolo passare attraverso un colino a maglie strette e versando a filo. Mescolando contemporaneamente con una frusta, si eviterà la formazione di grumi.

INGREDIENTI PER 600 G DI CREMA: 500 ml di latte intero; la scorza di due limoni non trattati; 6 tuorli d’uovo; 130 gr. di zucchero semolato; 50 gr di maizena

In un pentolino aggiungi il latte con la scorza dei limoni a pezzi e porta ad ebollizione. In una ciotola, a parte, sbatti i tuorli con lo zucchero, utilizzando una frusta. Aggiungi, adesso, la maizena, setacciandola, e mescola per amalgamare bene.

Unisci il latte, versato a filo attraverso un colino e, sempre girando, poni sul fuoco a fiamma bassa. Fai addensare, mescolando continuamente, fino a quando appariranno le prime 3 – 4 bolle. Togli dal fuoco e travasa in una ciotola. Fai raffreddare coprendo la crema con la pellicola fino al momento di utilizzare.

TIRAMISU’ AL LIMONE

Semplice da preparare, questa piacevole variante di tiramisù si presenta come un ottimo dolce da servire freddo dopo i pasti o da consumare nello spuntino pomeridiano.

INGREDIENTI; 300 gr. di Savoiardi; 500 gr. di mascarpone; 3 uova; la buccia grattugiata di un limone non trattato; 180 gr. di zucchero; limoncello

Separa i tuorli dagli albumi e monta a neve gli albumi con uno sbattitore elettrico. In un’altra ciotola, lavora i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Aggiungi il mascarpone, la scorza grattugiata del limone, quindi amalgama con lo sbattitore elettrico a velocità media.

Unisci gli albumi montati a neve, amalgama con un cucchiaio, mescolando dal basso verso l’alto, per evitare di smontare gli albumi. Inzuppa i biscotti una alla volta nel limoncello e man mano sistema in una pirofila dove sul fondo avrai cosparso qualche cucchiaio di crema.

Fatto il primo strato, copri con della crema e ripeti l’operazione formando un secondo strato di biscotti. Termina coprendo con un secondo strato di crema. Il tiramisù è pronto, adesso, riponi in frigo per un paio di ore prima di servire.

Categorie

Archivio