Gialli, rossi o verdi, qualunque sia il loro colore, i peperoni mettono allegria anche solo a vederli! E’ l’ortaggio più cucinato e mangiato al mondo, tipicamente estivo, ma è adoperato anche durante l’anno per realizzare sughi, contorni e piatti molto complessi. Originari dell’America Meridionale e delle Antille, nei paesi più caldi la pianta del peperone è coltivata come perenne. In Italia, invece, è una pianta annuale dato che il ciclo termina in inverno per il troppo freddo.

E’ molto vario nella forma, nel colore e nel sapore: possiamo trovare forme più allungate, adatte alla frittura, forme più tonde, a campana o vagamente quadrangolari. Il sapore va dal dolce al forte piccante. Le dimensioni sono variabili a seconda della varietà. Il colore cambia nella maturazione dal verde al giallo, dal verde al rosso, dal verde allo striato giallo o rosso.

Consumandoli spesso durante la stagione della raccolta, fai il pieno di vitamine, sali minerali, fibre e sostanze antiossidanti, micronutrienti fondamentali per il benessere del nostro organismo. Per quanto riguarda la vitamina C, il contenuto di questa vitamina C è quattro volte superiore a quello degli agrumi e kiwi. In 50 grammi di peperoni, soprattutto se rossi, c’è il 75% della razione giornaliera raccomandata di vitamina C.

Costituiti per il 92% circa del loro peso da acqua, si comprende quindi come possano aiutarci a mantenere un adeguato stato di idratazione, soprattutto nella stagione calda, quando ne abbiamo più bisogno. Alleati della forma fisica, del cuore e amici dell’intestino, della pelle e delle ossa

Pochissime le controindicazioni e comunque legate al contenuto di capsaicina, che in dosi elevate crea un senso di bruciore sia alle mucose della bocca, sia a quelle dello stomaco e dell’intestino. quindi, le persone che soffrono di reflusso gastro-esofageo, gastrite e malattie infiammatorie dello stomaco e dell’intestino, è bene che riducano il consumo di peperoni ad alto contenuto di questa sostanza

Quando li acquisti, scegli quelli dal colore brillante, con buccia liscia e lucida, priva di macchie e parti molli. La polpa deve essere soda e compatta. Si conservano in frigorifero, dove si possono mantenere per una settimana. Possono anche essere congelati, dopo accurato lavaggio. Una volta tagliati vanno consumati rapidamente poiché perdono rapidamente gusto e sostanze nutritive.

Per preparare il peperone al consumo  è necessario rimuovere il picciolo, le coste bianche interne e i semi. I peperoni possono essere spellati mettendoli in forno per 10-12 minuti, fino a che la buccia non annerisce e si rigonfia: il frutto va lasciato raffreddare poi per qualche minuto e privato facilmente del rivestimento prima di essere condito e servito in tavola. In questo modo risultano un poco più digeribili, grazie ad una significativa riduzione del contenuto di cellulosa presente nella buccia

Il peperone crudo è croccante e presenta note fresche ed erbacee: la cottura tende a renderlo  più dolce, a ridurne la consistenza e a modificarne un poco il colore, soprattutto per le varietà più scure che tendono ad assumere sfumature verdastre. Sempre crudo, è ottimo come antipasto o contorno, in pinzimonio o in insalata, ed è un ingrediente caratteristico della cucina estiva.

PEPERONI SOTT’OLIO

Ideali da servire come gustoso antipasto o come contorno per piatti di carne.

In questa ricetta i peperoni dopo averli lavati, tagliati e privati dei semini e filamenti contenuti all’interno, dò una leggera sbollentata in vino e aceto in ebollizione; successivamente, procedo con la conservazione nei vasetti.

Esiste anche una seconda procedura, forse più laboriosa, e cioè cuocere in forno per un tot di minuti i peperoni e poi procedere con la spellatura e pulizia dei semini e filamenti contenuti all’interno dei peperoni. Entrambi i metodi sono validi, il risultato comunque sarà una conserva davvero ottima!

Se il sottovuoto è avvenuto correttamente, i vasetti si conservano in dispensa per circa due mesi. I barattoli aperti, invece, vanno conservati in frigo per massimo tre giorni.

INGREDIENTI: 5 – 10 peperoni (a seconda della grandezza dei peperoni); 1 litro di aceto di vino bianco; 500 ml vino bianco; 1 cucchiaio di sale; pepe nero; foglie di alloro; 4 spicchi di aglio; foglie di basilico; Olio extravergine d’oliva

Lava i peperoni, taglia in due parti, priva dei filamenti interni e dei semini, quindi riduci in striscioline. Metti in una pentola sul fuoco vino e aceto, porta a bollore. Aggiungi il sale ed i peperoni e fai sbollentare un pò per volta per 3 minuti. Trascorso questo tempo, sollevali con un mestolo forato e tieni da parte a scolare.

Prepara tutti gli aromi: taglia a pezzettini l’aglio, spezzetta le foglie di basilico e alloro. Con un pò di carta da cucina tampona i peperoni per rimuovere il liquido in eccesso. Inserisci ora i peperoni nei vasetti, alternandoli con tutti gli aromi. Man mano pressa i peperoni con una forchetta per evitare che si creino dei vuoti d’aria. Ricopri quindi completamente con l’olio.

Chiudi ermeticamente tutti i vasetti e fai bollire in una capiente pentola piena d’acqua per 10 minuti. Una volta raffreddati, riponi tutti i vasetti di peperoni sott’olio in dispensa.

PEPERONI RIPIENI  AL SUGO

Un piatto gustoso da gustare caldo in inverno e freddo in estate e anche facile da preparare: dopo aver tagliato a metà i peperoni nel senso della loro lunghezza, si procede con il riempire tutte le metà con un ripieno a base di carne, pane raffermo, uova, formaggio, prezzemolo tritato, noce moscata e aglio. Successivamente, le metà vengono sistemate in una teglia e irrorate in superficie con del sugo di pomodoro preparato a parte.

INGREDIENTI PER L’IMPASTO: 4 peperoni; 500 grammi di macinato di vitello; 100 grammi di pecorino dolce grattugiato; 2 uova; 1 spicchio d’aglio; 100 grami di mollica di pane; 150 ml di latte; 1/2 cucchiaio di prezzemolo tritato finemente; Noce moscata grattugiata al momento

INGREDIENTI PER IL SUGO: 500 ml di passata di pomodoro; 1 cipolla; Sale fino; Olio extravergine d’oliva

Fai soffriggere in un tegame la cipolla tritata in un filo d’olio, aggiungi la passata di pomodoro e fai cuocere il tutto per circa 15 minuti.

Taglia a pezzi il pane raffermo, quindi poni in una ciotola, copri con il latte e lascia in ammollo per 5 minuti.

In una ciotola aggiungi il macinato di vitello, il formaggio, l’aglio tritato, il sale, la noce moscata e il prezzemolo. Aggiungi il pane strizzato bene e comincia ad impastare fino ad ottenere un composto omogeneo, poi, metti da parte.

Lava e asciuga i peperoni, taglia a metà ogni peperone nel senso della lunghezza e svuota ogni metà dei semini e filamenti bianchi. Riempi i peperoni con il ripieno di carne.

Prendi una teglia e cospargi del sugo preparato precedentemente fino a ricoprire tutto il fondo della teglia. Adagia i peperoni ripieni e termina cospargendo del sugo sopra i peperoni, del formaggio e un filo d’olio.

Inforna a 180 °C per 40 minuti, poi passa alla modalità ventilata e prosegui la cottura per altri 10 – 15 minuti. A cottura ultimata, sforna e fai intiepidire un pò prima di servire.

PAGINE SOCIAL

Categorie

Archivio