La salvia è una pianta aromatica perenne, raggiunge in altezza il mezzo metro circa e può allargarsi fino a formare un bel cespuglio sempreverde. A inizio estate emette delle spighe fiorite a pennacchio, i piccoli petali sono di colore viola o lilla. E’ una pianta che ama il caldo e predilige posizioni soleggiate. Seppur preferisca climi miti, si tratta di una pianta molto resistente al gelo, anche se non lo tollera per periodi lunghi. Non teme la siccità, può invece avere problemi se si verificano situazioni di prolungata umidità del terreno o dell’aria. Fedele alle sue origini mediterranee, si adatta a ogni tipo di terreno, soffre i ristagni idrici e terre troppo compatte e argillose. Una nuova pianta di salvia può nascere in due modi: dal semino oppure tramite moltiplicazione per talea. La nascita da seme è un’operazione lenta, mentre il metodo della talea è decisamente più semplice, per cui in genere lo si preferisce.

La salvia è un potente rimedio contro i disturbi digestivi, regolarizzando tutti i problemi legati alle secrezioni. Ottima contro nausea, vomito e diarrea. Secondo alcuni studi la salvia riduce la glicemia (quindi un potenziale rimedio naturale per i diabetici) ed è in grado di alleviare disturbi come nevrosi, depressione, tremori e vertigini

Un ingrediente davvero straordinario in cucina. Non si fa fatica a trovarla in commercio per fortuna! Quando è fresca non si conserva a lungo, tende ad appassire e perdere gusto molto rapidamente; quindi se hai bisogno di qualche foglia di salvia fresca per aromatizzare, quando sei nel reparto ortofrutta, scegli con cura solo le foglie più belle, poi a casa, se vuoi farle essiccare, basta conservarle in un barattolo ben chiuso in un luogo fresco e asciutto. Il sapore intenso e aromatico di questa pianta si sposa perfettamente con la carne di ogni tipo, oppure da utilizzare per fare paste ripiene, come ben sa chi ha mangiato almeno una volta degli ottimi ravioli burro e salvia.

E, ovviamente, è aroma importante per la preparazione di schiacciate e focacce. Inoltre si sposa molto bene anche con i legumi, in particolare ceci e fagioli. Utilizzare la salvia in cucina richiede però un pò di attenzione: il sapore deciso di queste foglie potrebbe coprire quello degli altri ingredienti; ci vuole quindi una mano esperta e leggera per utilizzare quanto basta a dare gusto e carattere senza rovinare il gusto complessivo del piatto.

PESTO DI SALVIA

INGREDIENTI PER 4 PERSONE
salvia foglie 60 g
prezzemolo in foglie 10 g
gherigli di noci 30 g
Parmigiano Reggiano grattugiato 30 g *
pecorino grattugiato 30 g **
aglio 1 spicchio
olio extravergine di oliva 200 g ***
sale e pepe q.b.
zucchero ½ cucchiaino (facoltativo)

Lava con cura le foglie di salvia e di prezzemolo. Metti tutti gli ingredienti elencati in un frullatore, o in un robot munito di lame, e frulla fino a ottenere una salsa cremosa.

Aggiusta di sale e di pepe a piacere. Il pesto, si sa, va anche in base al gusto: quindi, puoi decidere se lasciarlo più rustico o mantenerlo più liscio! Ecco pronto il tuo pesto di salvia!

PAGINE SOCIAL

Categorie

Archivio