PEPERONI: PER FARE IL PIENO DI VITAMINA C E SALI MINERALI

Home/Articoli/Cibo sano/Verdure e ortaggi/PEPERONI: PER FARE IL PIENO DI VITAMINA C E SALI MINERALI

PEPERONI: PER FARE IL PIENO DI VITAMINA C E SALI MINERALI

Gialli, rossi o verdi, qualunque sia il loro colore mettono allegria anche solo a vederli! E’ l’ortggio più cucinato e mangiato al mondo, tipicamente estivo, ma è adoperato anche durante l’anno per realizzare sughi, contorni e piatti molto complessi. Sono difficili da digerire, ma mangiarli è fondamentale se si vuole avere un giusto apporto di vitamina C e di antiossidanti necessari per prevenire l’invecchiamento precoce delle cellule del nostro corpo. Inoltre, i peperoni sono ricchi di betacarotene, la sostanza che serve ad incrementare il livello di abbronzatura della pelle nei mesi estivi.

Originari dell’America Meridionale e delle Antille, nei paesi più caldi la pianta del peperone è coltivata come perenne. In Italia, invece, è una pianta annuale dato che il ciclo termina in inverno per il troppo freddo. E’ molto vario nella forma, nel colore e nel sapore: possiamo trovare forme più allungate, adatte alla frittura, comunemente chiamati “friggitelli“, forme più tonde, a campana o vagamente quadrangolari. Il sapore va dal dolce al forte piccante. Le dimensioni sono variabili a seconda della varietà. Il colore cambia nella maturazione dal verde al giallo, dal verde al rosso, dal verde allo striato giallo o rosso.

Sono ottimi da consumare, specialmente crudi, per via della loro ricchezza di acqua  e sali minerali come fosforomagnesiopotassioferro calcio.

Il peperone, inoltre, ha un contenuto di vitamina C quattro volte superiore a quello degli agrumi. In 50 grammi di peperoni, soprattutto se rossi, c’è il 75% della razione giornaliera raccomandata di vitamina C. Interessante anche il contenuto di vitamina A, del gruppo BJ e K, che fanno di questi ortaggi con la maggiore proprietà antiossidante. Un’altra sostanza presente è la capsaicina, responsabile della piccantezza che conferisce a questo ortaggio proprietà antibatteriche a analgesiche.

I peperoni dovrebbero essere consumati crudi per conservare intatti tutti i nutrienti, soprattutto le vitamine. Possono essere inserite anche nel pinzimonio e nelle insalate alle quali doneranno gusto e colore. Oppure si possono consumare grigliati, in padella o ripieni. Se sono abbastanza grandi, allora si possono imbottire utilizzando un ripieno di carne macinata, formaggio, pangrattato, uova e qualche spezia, oppure riso lesso mischiato con altri ingredienti tipo formaggio, uova e qualche spezia.

Per alcuni i peperoni possono risultare indigesti e ciò principalmente  a causa della pellicina che ricopre la parte esterna del peperone, che può portare gonfiore addominale, e dei semini e filamenti bianchi che rendono difficile il transito intestinale. Per privarli di questi elementi bisogna abbrustolirli o cuocerli in forno interi. Una volta cotti diventa molto più agevole “spellarli”, in quanto la cottura favorisce il distacco della pellicina che ricopre tutta la polpa del peperone.

CosimoC.

CATEGORIE

VUOI RIMANERE AGGIORNATO COL BLOG? ISCRIVITI ALLA MIA NEWSLETTER E RICEVI I PROSSIMI POST NELLA CASELLA DI POSTA

ARCHIVIO

Di |2019-10-22T12:53:28+02:00Marzo 31st, 2019|Verdure e ortaggi|0 Commenti

Scritto da:

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.