Con il suo allegro color arancione e il suo sapore dolce e vellutato, la zucca è la regina degli ortaggi d’autunno. Un vero toccasana per il nostro organismo: tanti nutrienti, poche calorie, può essere consumata in mille modi diversi (per non parlare poi della bontà dei suoi semi!).

Nei Paesi anglosassoni è il simbolo e ingrediente fondamentale della tradizionale ricorrenza di origine celtica, chiamata Hallowen, che si celebra la notte tra il 31 ottobre e il primo novembre. Svuotata e intagliata a mo’ di faccia dal ghigno spaventoso per essere utilizzata come lanterna che servirebbe ad allontanare gli spiriti maligni. Ma anche in Italia la zucca è protagonista di usi e costumi non lontani da quelli anglosassoni: Nel Polesine, tradizionale zona di produzione, un tempo i contadini fabbricavano la “lumassa” ovvero una zucca a cui venivano praticati dei fori e contenente una candela o un lume, veniva collocata in luoghi oscuri per simulare delle scherzose apparizioni di anime defunte e per esorcizzare la paura della morte.

Matura generalmente dalla fine di agosto agli ultimi giorni di novembre. Le varietà sono tantissime ma le specie commestibili coltivate in Italia sono tre: cucurbita pepo, i cui frutti ancora non sviluppati sono noti quali zucchine; cucurbita maxima, o zucca comune dal frutto tondo, grande e polpa gialla; cucurbita moscata, dai frutti di taglia media, polpa di colore arancione e di forma oblunga.

Poi ci sono le tante varietà non commestibili, coltivate per scopi ornamentali, appartenenti ad altri generi, quali ad esempio la Legenaria vulgaris. La zucca è ricca di betacarotene e licopene,  antiossidanti preziosissimi per contrastare lo sviluppo dei radicali liberi e prevenire l’invecchiamento precoce delle cellule del nostro corpo. Un concentrato di vitamine e sali minerali di vario genere, fibre, acqua, sostanze proteiche, la rendono un’ottima alleata del sistema cardiocircolatorio, della vista, della pelle. Un potente diuretico in grado di migliorare la digestione e l’eliminazione di tossine dall’intestino e dal fegato. Molto utile, in tal senso, anche per l’azione “vermifuga”, nel caso si soffra di verme solitario.

C’è anche un’altra buona notizia: la zucca favorisce il sonno e il buon umore, grazie alla presenza di triptofano, una sostanza coinvolta nella formazione della seratonina. Quindi un ortaggio dall’effetto calmante, utile per ridurre ansia, nervosismo e lo stress.

Se pratichi sport costantemente, beh, consumala spesso perchè essendo ricca di potassio, consente un recupero in tempi brevi delle energie perse dopo un allenamento intenso e poi sostiene nel tempo la funzionalità e agilità muscolare. Una buona notizia per coloro che soffrono di ingrossamento della prostata: il contenuto di alcuni aminoacidi (alina, acido glutamnico e glicina) allevia sensibilmente questo problema.

Come gustarla? la zucca può essere cucinata il mille modi: al vapore, lessata in acqua, cotta in forno, frullata o schiacciata dopo averla ammorbidita con la cottura, ridotta in purè e in salse per accompagnare, poi, carni e verdure, o come ripieno. Un ingrediente molto delizioso per preparare dolci e biscotti, specialmente torte. Dalla vellutata al plumcake, dagli gnocchi ai biscotti, non hai che l’imbarazzo della scelta e, sicuramente, il successo a tavola sarà assicurato.

CosimoC.

VUOI RIMANERE AGGIORNATO COL BLOG? ISCRIVITI ALLA MIA NEWSLETTER E RICEVI I PROSSIMI POST NELLA CASELLA DI POSTA

CATEGORIE

ARCHIVIO

ULTIMO ARTICOLO

LINK UTILI

Vuoi rimanere aggiornato col blog? Iscriviti alla mia NESWLETTER e ricevi i prossimi post nella tua casella di posta