Le origini di questa crema risalgono al periodo successivo la scoperta dell’America, quando iniziò ad intensificarsi il commercio di questa spezia; poichè il peperoncino, al contrario delle altre spezie (più costose), poteva essere acquistato a poco prezzo e anche coltivato molto facilmente, la popolazione iniziò ad utilizzarlo per la conservazione dei cibi soprattutto per insaporire pietanze.

Le peculiarità del peperoncino è la piccantezza al palato, caratteristica che gli viene conferita dalla capsaicina, un alcolide presente al suo interno in concentrazioni variabili a seconda della specie considerata, in grado di stimolare e aumentare il flusso sanguigno, contrastare l’artrite e i dolori muscolari. Oltre a questa sostanza, il peperoncino è ricco di vitamina C e sali minerali, tra cui calcio e potassio, che fanno di questo frutto un potente rimedio naturale per migliorare le funzionalità del sistema cardiovascolare e accelerare i processi metabolici.

Una ricetta tipica della Calabria e della Sicilia, regioni che hanno fatto del peperoncino signore dei condimenti. Ideale per accompagnare antipasti, farcire tartine o crostini, oppure per condire sughi e primi piatti. Ne basta un cucchiaino per dare sapore, colore e vivacità al piatto!

Ingredienti

  • 400 gr. di peperoncino fresco
  • 100 gr di olio extravergine d’oliva
  • 1 spicchio d’aglio
  • 150 gr di sale grosso

  • Ricetta: facile
  • Preparazione: 35 minuti
  • Costo: basso
  • Tempo di essiccamento dei peperoncini: 48 ore

Come preparo la crema di peperoncino

  • Lavo i peperoncini sotto l’acqua corrente e poi li pulisco: con un coltellino, elimino il picciolo, quindi taglio a metà per il senso della lunghezza. Elimino i semi con tutti i filamenti bianchi e metto da parte tutti i pezzi. Prendo un colapasta capiente, formo un primo strato di peperoncini e sopra cospargo del sale grosso. Procedo così fino ad inserire tutti i peperoncini e completando con uno strato di sale grosso. Sistemo sui peperoncini un peso (tipo una pentola piena d’acqua o qualunque altro peso) e lascio i peperoncini per un paio di giorni, in modo che perdano l’acqua.

  • Trascorso questo tempo, con l’aiuto di un pennello, rimuovo con cura il sale in eccesso ad ogni peperoncino. Adesso, prendo lo spicchio d’aglio, lo taglio a metà e con un coltello elimino l’anima. Sistemo i peperoncini puliti nella ciotola di un tritatutto, insieme allo spicchio d’aglio, aggiungo l’olio a filo e frullo fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea.

  • Prendo dei vasetti, precedentemente lavati e sterilizzati, e inserisco un pò alla volta la crema di peperoncino fino a totale riempimento. Chiudo ermeticamente e  conservo in dispensa.


Prima di iniziare con l’esecuzione della ricetta, è bene coprirsi le dita con dei guanti in lattice. La crema volendo si può consumare anche subito, conservata in un barattolo a chiusura ermetica, si conserva fino a 30 giorni in un luogo fresco e al riparo dalla luce diretta.

CosimoC.

VUOI RIMANERE AGGIORNATO COL BLOG? ISCRIVITI ALLA MIA NEWSLETTER E RICEVI I PROSSIMI POST NELLA CASELLA DI POSTA

CATEGORIE

ARCHIVIO

ULTIMO ARTICOLO

Vuoi rimanere aggiornato col blog? Iscriviti alla mia NEWSLETTER e ricevi i prossimi post nella casella di posta