L’autunno è la stagione dei cachi. I miei alberi sono anche quest’anno stra-carichi di questi deliziosi frutti, che si prestano benissimo per realizzare tante ricette golose.

Oltre ad essere deliziosi , i cachi sono frutti preziosi per la nostra salute. Innanzitutto, un buon concentrato di vitamina C, necessaria per rafforzare le difese immunitarie e affrontare e prevenire con più efficacia i primi malanni che incalzano nella stagione autunnale.

Hanno proprietà lassative e diuretiche. I cachi sono frutti ricchi di fibre, che contribuiscono a migliorare la regolarità intestinale. Il momento ideale è a colazione, sia per iniziare la giornata con più sprint, che per riavviare fin da subito le funzionalità intestinali.

Un dolce semplice e delizioso, si prepara con una base di pasta frolla e un ripieno di composta di frutta. La preparazione non presenta particolari difficoltà e il suo sapore migliora con un paio di giorni di “riposo”. Questo dolce si presta a diverse varianti: nel ripieno, ad esempio, possono essere aggiunte mandorle tostate e tritate, come in questo caso, ma nulla vieta di inserire qualunque altro tipo di frutta secca o aromatizzare con qualche spezia.


Ingredienti

  • 300 gr. di farina 00
  • 100 gr. di zucchero semolato
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 100 gr. di burro
  • 2 uova
  • 500 gr. di cachi maturi
  • 1 limone non trattato
  • 100 gr. di mandorle tostate e tritate

  • Ricetta: facile
  • Preparazione: 20 minuti
  • Costo: basso
  • Cottura: 40 minuti
  • Dosi: 4 persone

Come preparo la crostata di cachi e granella di mandorle

  • Comincio con la preparazione della pasta frolla: in una ciotola capiente, verso la farina, formo una fontana, setaccio il lievito, aggiungo il burro freddo tagliato a cubetti, la scorza di limone grattugiata e lo zucchero semolato. Inizio a lavorare gli ingredienti con la punta delle dita fino ad ottenere un composto sabbioso. Aggiungo, adesso, le uova e amalgamo bene fino a formare un impasto compatto ed omogeneo. Avvolgo l’impasto nella pellicola per alimenti, quindi, faccio riposare in frigo per 30 minuti.

  • Adesso, passo alla preparazione del ripieno: pelo i cachi, ponendoli all’interno di un setaccio e, con l’aiuto di un cucchiaio, setaccio la polpa e la raccolgo in una ciotola: in questo modo elimino la parte fibrosa dei cachi. Infine, aggiungo alla polpa di cachi la granella di mandorle e mescolo.

  • Trascorso il tempo di riposo della pasta frolla, stendo l’impasto su una spianatoia infarinata e rivesto uno stampo da crostata del diametro di 26 cm, farcisco con la crema di cachi e mandorle e completo sovrapponendo delle strisce di pasta.

  • Adesso è tutto pronto per infornare la crostata di cachi ad una temperatura di 180 °C per 40 minuti o finchè diventerà ben dorata. 


Una fetta tira l’altra! Per conservarla al meglio, va riposta in un luogo fresco e asciutto, meglio se al buio e sotto una campana di vetro. In questo modo si conserva per due – tre giorni. Il dolce perfetto da gustare a colazione o a merenda, magari per accompagnare una bella tazza di tè fumante.

CosimoC.

CATEGORIE

VUOI RIMANERE AGGIORNATO COL BLOG? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ARCHIVIO

ISCRIVITI ALLA MIA NEWSLETTER!