Questo liquore esalta bene il sapore e la fragranza di questi deliziosi frutti dal sapore inconfondibile e tipici dei territori regionali come Puglia, Calabria e Sicilia, dove l’aria profuma di mare e i muretti a secco tramandano memorie.

Le mandorle sono frutti davvero deliziosi. Sono ricche di vitamina E, proteine vegetali, fibre e sali minerali. Forniscono energia buona e sono un valido aiuto per il benessere dell’intestino. Essendo ricche di magnesio, aiutano il sistema nervoso in caso di stress o fatica, mentre la buona presenza di calcio aiuta a rafforzare il tessuto osseo.

Uno studio di qualche anno fa, ha fatto notare come 30 grammi al giorno di mandorle contribuisce ad allungarci la vita di parecchi anni, tenendo alla larga malattie come diabete, tumori e problemi cardiovascolari. Quindi avanti con il consumo di mandorle! Considerale un ottimo “spezzafame” ideale da consumare così come sono a metà mattina o metà pomeriggio, oppure da inserire nel menù della prima colazione.

Le ricette che si possono fare con le mandorle? Tantissime! Dalle ricette dolci a quelle salate non hai che l’imbarazzo della scelta. Se ci fai caso, non c’è Regione del nostro bel Paese che non abbia almeno un dolce tipico in cui la mandorla figuri come ingrediente principale.

 Le mandorle conferiscono a questo liquore un gusto unico che non si può non amare. Da solo o accompagnato da dolci, delizierà non solo il tuo palato ma anche quello dei tuoi ospiti. Un ottimo digestivo da gustare a fine pasto oppure per aromatizzare torte e biscotti. Ecco la mia ricetta.


Ingredienti

  • 500 ml di alcol 95°
  • 1 lt di acqua naturale
  • 300 gr. di mandorle pelate
  • 500 gr di zucchero semolato

  • Ricetta: facile
  • Preparazione: 20 minuti
  • Costo: basso
  • Tempo di macerazione: 1 mese

Come preparo il liquore alle mandorle

  • Dopo aver pelato tutte le mandorle (per agevolare il distacco della pellicina marrone, metto le mandorle in acqua in ebollizione e lascio per un paio di minuti; successivamente, scolo e procedo  con la spellatura), ripongo in un barattolo di vetro capiente, insieme all’alcol puro; chiudo ermeticamente il recipiente e lascio in infusione per un mese in un luogo fresco e al buio (ogni due o tre giorni, agito bene il contenuto per facilitare il rilascio degli aromi della mandorla nell’alcol).

  • Trascorso il tempo della macerazione, preparo lo sciroppo: in una pentola verso l’acqua insieme allo zucchero, metto sul fuoco e lascio che lo zucchero si sciolga completamente (in pratica, l’acqua deve ritornare limpida e trasparente). Tolgo dal fuoco e lascio raffreddare lo sciroppo.

  • Riprendo il vasetto dove è contenuto l’alcol con le mandorle, filtro il composto e mescolo il liquido filtrato con lo sciroppo raffreddato. Prima di imbottigliare dò una leggera mescolata.

  • Travaso il liquido in delle bottiglie di vetro, precedentemente pulite e sterilizzate. Infine, tappo ermeticamente ogni bottiglia.


Il liquore si può sorseggiare da subito, però meglio aspettare almeno un paio di settimane. Le bottiglie si conservano in un luogo fresco e al buio.

CosimoC.

CATEGORIE

VUOI RIMANERE AGGIORNATO COL BLOG? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ARCHIVIO

ISCRIVITI ALLA MIA NEWSLETTER!