E’ piccolo, giallo e cresce sugli alberi. Famosi per il loro inconfondibile profumo e per il loro gusto aspro che fa rabbrividire, i limoni sono agrumi utilizzatissimi sia in cucina sia in ambito cosmetico ed estetico. Il motivo? Le numerose proprietà benefiche che porta con sè. E’ un alimento spesso dato per scontato, nonostante si trovi praticamente ovunque. Infatti, sebbene non sentirai mai nessuno dire “oggi ho proprio voglia di mangiare un limone” sono poche le persone che non apprezzano almeno un prodotto che contiene questo agrume giallo, ricco di proprietà benefiche.

Che sia il tè, il gelato, la torta, o un condimento qualunque, il sapore aspro del limone in cucina funziona quasi sempre. E non solo. Le sue proprietà e il suo piacevole profumo vengono molto sfruttati anche nei prodotti per la casa e persino in ambito cosmetico. Infatti, questi agrumi fanno benissimo alla nostra salute, grazie alle decine di proprietà benefiche che porta con sè. Sono frutti allegri, dal colore solare, che maturano tutto l’anno; anche i popoli antichi erano affascinati da questi frutti e li sfruttavano in ogni occasione. Ad esempio, gli egizi usavano il limone per imbalsamare le mummie e spesso lo inserivano nelle tombe insieme ai datteri e fichi, mentre i Greci lo usavano a scopo ornamentale. Della loro antica presenza in Italia (probabilmente, sono stati i Romani ad importarli dall’Oriente) si ha testimonianza in pitture di Pompei ritrovate durante gli scavi del 1950.

Alcuni studi di origine americana hanno evidenziato come i limoni, se assunti regolarmente e nelle dosi giuste, potrebbero svolgere un’azione preventiva contro il tumore all’intestino, dello stomaco e del pancreas. Via libera, quindi, al consumo di questi agrumi, soprattutto quando si condiscono piatti o per dissetarsi bevendo, magari la mattina a digiuno, una bella limonata.

Quando si parla di limone immediatamente si fa l’associazione alla vitamina C. E’ vero, il contenuto di questa vitamina è importante in questo agrume. La vitamina C, tra i tanti benefici che apporta al nostro benessere, ha il potere di facilitare l’assorbimento del ferro contenuto in cibi di origine animale, legumi e vegetali. Non a caso, limone e carne, ad esempio, vanno sempre a braccetto, perchè l’uno rende più assimilabile il ferro dell’altro.

L’albero del limone è una pianta di media statura con foglie perenni, alterne e ovate. Se vuoi raccogliere limoni belli, succosi e rigogliosi devi assicurargli un habitat dove il clima è mite e poco ventoso. I frutti hanno una scorza più o meno rugosa, formata da uno strato esterno chiamato flavedo, sottile e giallo, in cui si trovano le ghiandole piene di oli essenziali, e uno strato interno, chiamato albedo, bianco e più spesso, amaro. All’interno, il frutto è suddiviso in spicchi da otto a dieci, rivestiti da sottili membrane, contenenti i semi e numerose veschichette ricco di succo acido e di particolari sostanze importanti in numerose attività metaboliche del corpo umano. In Italia la produzione maggiore proviene della Sicilia e a seguire dalla Calabria, Campania e Puglia.

Non solo viamina C, il limone ha moltissime altre vitamine e tanti sali minerali. Non mancano nemmeno le proteine, anche se in quantità minima, pochi grassi(0,2 grammi), carboidratifibre, il tutto associato a pochissime calorie. L’alto contenuto di vitamina C conferisce al limone proprietà antiossidanti, prevenendo l’invecchiamento precoce delle cellule e contrastando i danni provocati dall’azione delle tossine. Questo effetto si esplica anche a livello cutaneo, svolgendo un’azione antiage.

Il succo bevuto durante i pasti è in grado di migliorare la digestione, in quanto stimola la produzione dei succhi gastrici responsabili del processo digestivo. Anche la buccia di limone, se bollita e bevuto l’infuso a fine pasto, dà sollievo da mal di stomaco e pesantezza dovuta a pasti abbondanti. Il limone ha proprietà depurative e disintossicanti ed è in grado di favorire l’eliminazione delle scorie e tossine accumulate nell’organismo. Per questo viene consigliato di bere acqua e limone al mattino a digiuno. In questo modo si fa un “bagno” rigenerante all’organismo, attivando meglio gli organi per la giornata e stimolando l’eliminazione dei liquidi in eccesso.

Ma i benefici non finiscono qui: grazie ai suoi componenti, il limone svolge un’azione disinfettante per la gola e vie urinarie, abbassa i livelli di colesterolo cattivo nel sangue, potenzia le difese immunitarie, disinfetta e cura efficacemente le affezioni della pelle, come brufoli e macchie scure, un benefico effetto anche sulla salute dei capelli e delle ossa. L’olio essenziale in esso contenuto, poi, risulta molto utile per rinforzare le unghia e i vasi capillari.

Nella maggior parte dei casi il limone si consuma come cibo per nutrirsi, ma con questo frutto in realtà puoi anche disinfettare, sgrassare, eliminare cattivi odori, lucidare e allontanare insetti indesiderati. Il limone è lo strumento più naturale che esista per lucidare le superfici della casa. Soprattutto il piano cottura, che si sporca spesso. Devi solo spremerlo, passare il succo sulle superfici con un panno morbido. Non serve neanche risciacquare. Con il succo e la scorza hai la possibilità di togliere le macchie  di grasso su pentole e padelle. Spremi un limone nel piatto unto e mettilo al forno per 2 minuti a 250 °C. Lascialo raffeddare e lava il tuo piatto, et voilà, un piatto pulito e splendente!

Hai cucinato ed hai le mani che sanno di cipolla? Strofina metà limone e sciacqua le tue mani. Vuoi evitare l’ossidazione di alcuni tipi di frutta o verdura? La soluzione naturale è spremere del succo di limone, ad esempio, su fette di mela o carota, et voilà, l’effetto “annerimento” non si verificherà! Come tenere lontani gli insetti indesiderati? Semplice, metti un pò di aceto in un piatto e aggiungi alcune fette di limone. L’odore che verrà fuori sarà molto forte tanto da scoraggiare e tenere a debita distanza zanzare e altri loro amici insetti anche’essi fastidiosi e indesiderati.

Se hai preparato un bella insalata di verdure fresche, non esitare a condirla con del succo di limone invece di usare l’aceto. Oltretutto, la vitamina C presente faciliterà l’assorbimento del ferro contenuto nelle altre verdure. Inoltre, dai freschezza e profumo a tanti piatti, dal risotto alla pasta, dalla carne e pesce grigliati, fino ad arrivare a rendere davvero deliziosi dolci e liquori.

CosimoC.

VUOI RIMANERE AGGIORNATO COL BLOG? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

CATEGORIE