Una crema dolce e profumata, ottima per farcire torte e crostate ma nulla vieta di gustarla come goloso dessert, accompagnando con qualche biscotto fatto in casa. Facile e veloce da realizzare, non sono richieste capacità particolari. L’unica accortezza richiesta è quella di unire il latte caldo al composto di uova, zucchero e farina, facendolo passare attraverso un colino a maglie strette e versando a filo. Mescolando contemporaneamente con una frusta, si eviterà la formazione di grumi.

Ingredienti per 600 gr. di crema circa

  • 500 ml di latte intero;
  • la scorza di due limoni non trattati
  • 6 tuorli d’uovo
  • 130 gr. di zucchero semolato
  • 50 gr di maizena

Preparazione

  • In un pentolino aggiungi il latte con la scorza dei limoni a pezzi e porta ad ebollizione.
  • In una ciotola, a parte, sbatti i tuorli con lo zucchero, utilizzando una frusta.
  • Aggiungi, adesso, la maizena, setacciandola, e mescola per amalgamare bene.
  • Unisci il latte, versato a filo attraverso un colino e, sempre girando, poni sul fuoco a fiamma bassa.
  • Fai addensare, mescolando continuamente, fino a quando appariranno le prime 3 – 4 bolle.
  • Togli dal fuoco e travasa in una ciotola.
  • Fai raffreddare coprendo la crema con la pellicola fino al momento di utilizzare.

Frutti allegri dal colore solare, che maturano tutto l’anno, i popoli antichi erano affascinati dai limoni che li sfruttavano in ogni occasione. Ad esempio gli egizi usavano il limone per imbalsamare le mummie e spesso lo inserivano nelle tombe insieme a datteri e fichi, mentre i greci lo usavano a scopo ornamentale. Della loro antica presenza in Italia (probabilmente sono stati i romani ad importarli dall’oriente) si ha testimonianza in pitture di Pompei ritrovate durante gli scavi del 1950. E anche quest’anno sono davvero tanti sui miei alberi.

La vitamina C ha un contenuto interessante in questi agrumi ed ha un effetto straordinario sulla nostra salute: ci difende dagli attacchi di influenza e raffreddore, ha un forte effetto antiossidante e aiuta nella produzione di collagene, la sostanza che tiene unite tra loro le cellule e che partecipa alla guarigione di ferite e tagli.

Frutti anticolesterolo per eccellenza, prevengono varie forme tumorali, il contenuto anche di due sostanze preziosissime, la limonina e limonene, limitano i danni cellulari da cui può derivare la formazione di tumori. Non solo vitamina C, anche vitamine del gruppo B, sali minerali, fibre, rendono i limoni alimenti con proprietà antisettiche, toniche, fluidificanti, carminative, vermifughe e alcalinizzanti. L’acido ascorbico, invece, regola l’acidità di stomaco.

In cucina hanno un uso molto versatile. Ad esempio, possono essere utilizzate al posto dell’aceto per condire insalate. In questo modo, grazie alla vitamina C presente, si favorisce l’assorbimento del ferro dei legumi e dei vegetali. Può essere consumato anche come succo diluito in acqua tiepida a digiuno al mattino per depurare l’organismo. per non parlare della possibilità di creare ricette davvero speciali, a cominciare da torte, crostate e creme sin anche biscotti, sorbetti e marmellate. Spremendo qualche goccia su quella frutta o verdura che, tagliata, a contatto con l’aria, tende ad annerire, hanno lo straordinario potere di evitare questo effetto e preservare il colore chiaro e limpido.

I CANALI SOCIAL DEL BLOG

Categorie

Archivio

Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli aggiornamenti sull’attività del blog

Iscrizione alla Newsletter!