I friggitelli sono una varietà di peperone di piccola dimensione, dalla forma allungata, che solitamente non supera gli 8 cm, non sono piccanti e sono dolci. Si raccolgono prima che giungano a completa maturazione. Il nome “friggitelli” è dovuto al fatto che, in genere, si friggono in abbondante olio extravergine d’oliva assieme ad altri ingredienti tipo pomodori, aglio, sedano e origano.

Sono ricchi di vitamina C e si caratterizzano per un notevole potere antiossidante, rivelandosi preziosi alleati per contrastare i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento precoce delle cellule del corpo. Garantiscono anche un valido apporto di acqua, fibre, agevolando il transito intestinale e sali minerali ( magnesio, potassio, ferro, fosforo, calcio) da renderli preziosi per il sistema cardiocircolatorio, per purificare, fegato e reni, per migliorare le funzionalità di vista, pelle e ossa.

Sono perfetti ingredienti per un gran numero di ricette, in particolar modo contorni sfiziosi e non troppo pesanti, grazie alla loro grandezza contenuta e un basso valore di grassi. La loro presenza è più corposa nelle campagne del sud Italia, in particolare al confine tra Puglia e Campania o nel basso Salento, dove sono nate la maggior parte delle ricette che li vede come protagonisti.

Si sposano perfettamente con l’olio d’oliva, appunto, il che li rende perfetti se fritti, sebbene si accompagnino volentieri a ogni genere di verdura, dettaglio che li rende ottimi in un gran numero di ricette e capaci di spaziare dagli antipasti ai secondi, allietando la tavola con il loro sapore leggero.

FRIGGITELLI SOTT’OLIO

Questa è una delle conserve che puntualmente faccio in estate e che arricchisce piacevolmente il set di conserve salate che ho in dispensa. Si conservano per un pochi mesi, i barattoli vanno messi in un luogo fresco e asciutto, al riparo da luce e calore.

Una volta aperto un barattolo, questo si conserva in frigo e il restante va consumato entro 3 – 4 giorni al massimo, avendo cura di aggiungere olio per mantenere i peperoni sempre coperti.

Ottimi come accompagnamento di secondi piatti a base di carne o di pesce, o per condire bruschette, friselle, o per dare un tocco di aromaticità a insalate di verdure fresche.

INGREDIENTI (DOSI PER 4 VASETTI DA 250 G): 1 kg di friggitelli; 1 lt di acqua; 1 lt di aceto di vino bianco; 3/4 spicchi d’aglio; Foglie di menta fresca; 1 cucchiaio di sale grosso; Olio extravergine d’oliva

Taglia la parte superiore dei friggitelli, elimina semi e filamenti interni; successivamente, sciacqua tutti i pezzi sotto l’acqua corrente.
In una pentola capiente, versa l’acqua e l’aceto di vino bianco, metti sul fuoco, quando avrà raggiunto il bollore, versa anche il sale grosso e i friggitelli.
Fai scottare per un paio di minuti, poi scola e sistema i friggitelli su dei canovacci per farli asciugare, per un paio d’ore.
Sbuccia gli spicchi d’aglio e taglia a metà. Prendi dei vasetti ( puliti, con tappo integro e precedentemente sterilizzati), inserisci i friggitelli, tra uno strato e l’altro di friggitelli, sistema l’aglio con gli aromi.
Riempi di olio i vasetti fino a coprire tutti i pezzi; infine, chiudi ermeticamente ogni vasetto.
Ora procedi con la sterilizzazione dei vasetti: In una pentola metto i vasetti e, per non farli toccare tra loro e tenerli ben saldi, avvolgili intorno dei canovacci. Riempi la pentola con acqua fredda fino a superare i vasetti, metti sul fuoco e porto ad ebollizione. Dall’inizio dell’ebollizione, fai bollire per circa 20 minuti.
Terminata la cottura, spegni e lascia raffreddare in acqua prima di prelevare tutti i vasetti.

PAGINE SOCIAL

Categorie

Archivio