Reduce da una vacanza trascorsa sul Gargano qualche anno fa, osservando l’esposizione di prodotti tipici della zona in un piccolo negozio ubicato nel centro della città di Vieste, sullo scaffale dove erano riposti le bottiglie di liquore, mi cade l’occhio su alcune bottiglie dal colore verde intenso. Erano bottiglie contenente liquore limolivo!

In realtà, il limolivo è un liquore tipico di questa zona della Puglia. Ha origini molto antiche e si ottiene dall’infusione in alcol puro di foglie di ulivo e scorze di agrumi. Per quanto riguarda queste ultime, devono essere di frutti ancora verdi e prossimi alla maturazione. Quindi, il periodo ideale per fare questo liquore sarebbe nel periodo autunnale, quando le foglie di ulivo sono nel pieno del loro sviluppo, mentre gli agrumi, prossimi al raggiungimento della maturazione completa, hanno la scorza di un bel colore verde vivo.

Questo prevede la ricetta originale. In realtà, va bene usare  scorze di agrumi (limoni, mandarini e arance) già maturi e quindi farlo in ogni momento. Il sapore non cambierà più di tanto.  Le bottiglie vanno riposte in un luogo fresco e asciutto e attendere un paio di mesi prima di iniziare con l’assaggio.

Ingredienti

  • 30 foglie di olivo tenere e fresche
  • La scorza di un limone, un’arancia e un mandarino
  • 1/2  litro di alcol puro 95°
  • 1 lt  di acqua naturale
  • 600 grammi di zucchero semolato

Preparazione

  • In un barattolo di vetro, inserisci le foglie, precedentemente sciacquate e asciugate, con la scorze verde degli agrumi, senza la parte bianca.
  • Aggiungi l’alcol fino a coprire il tutto e lascia in infusione per circa un mese. Di tanto in tanto agita il barattolo per facilitare il rilascio di tutti gli aromi.
  • Trascorso il tempo della macerazione, prepara lo sciroppo: in un pentolino, versa l’acqua, lo zucchero, porta a bollore l’acqua, mescola continuamente  fino a quando lo zucchero si scioglierà completamente (quando lo zucchero si scioglie completamente, l’acqua ritorna ad essere di nuovo limpida).
  • Riprendi l’infuso messo da parte, filtra, unisci le due soluzioni e dai una leggera mescolata.
  • Trasferisci il composto in delle bottiglie, precedentemente lavate e sterilizzate.
  • Chiudi ermeticamente ogni bottiglia e conserva in luogo fresco e al buio.

Le proprietà delle foglie di olivo

Simbolo di pace e fedeltà, l’olivo è una pianta coltivata da più di 3500 anni per i suoi frutti e per l’olio che si ricava spremendo le olive.

Per non parlare delle foglie, veri e propri farmaci naturali, utilizzati sotto forma di infuso, integratori e altri preparati curativi per il trattamento di diversi problemi di salute, a cominciare da quelli che riguardano lo sviluppo di forme tumorali.

Le foglie di olivo sono ricche di flavonoidi e polifenoli, tutte sostanze che prevengono la degenerazione delle cellule del nostro corpo, riducendo la possibilità di sviluppare dei tumori.

Altre sostanze contenute in quantità elevata: idrossitirolo e tirosolo (rallentano l’ossidazione cellulare prevenendo l’invecchiamento precoce delle cellule e lo sviluppo di malattie a carico del sistema nervoso); oleuropeina (combatte efficacemente le influenze virali come il raffreddore, l’influenza e l’herpes).

Queste sostanze assieme e in sinergia con alcune vitamine (es. vitamina E) fanno si che queste foglie siano efficaci anche per ridurre i livelli di glucosio nel sangue, prevenire infezioni urinarie come la cistite, curare la stitichezza, regolare i livelli di colesterolo cattivo nel sangue, ridurre la pressione sanguigna.

Infatti, le foglie di olivo hanno spiccate proprietà ipotensive, consigliate quindi per chi soffre di ipertensione ma sconsigliate chi ha il problema opposto.

E’ sconsigliato il consumo anche nei casi di stanchezza cronica o affaticamento, chi è allergico all’ulivo e ai bambini sotto i 6 anni.

CosimoC.

Ti è piaciuto questo articolo? Scrivi un tuo commento qui sotto. Per rimanere aggiornati sulla pubblicazione dei prossimi articoli sui liquori fatti in casa, iscriviti alla Newsletter, segui costantemente i miei profili social: Facebook, Instagram, Twitter e Pinterest

SEGUIMI SUI SOCIAL

Categorie

Archivio

Tag cloud

Iscriviti alla Newsletter!