Una simpatica variante della tradizionale pasta e piselli, un primo piatto in cui i piselli, precedentemente sbollentati, vengono frullati con altri ingredienti dando vita ad una crema che avvolge le orecchiette.

Il piatto viene completato guarnendo con una manciata di piselli interi, lessati, messi da parte, e qualche foglia di basilico fresco, se disponibile.

Ingredienti

  • 400 gr. di orecchiette fresche
  • 400 gr. di piselli freschi
  • 1 ciuffo di prezzemolo fresco
  • 2 – 3 foglie di menta fresca
  • 50 gr di mandorle pelate
  • 20 grammi di gherigli di noci
  • 30 gr di parmigiano grattugiato
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale
  • foglie di basilico fresco

Preparazione

  • Sciacqua i piselli sotto l’acqua corrente e fai asciugare un pò.
  • In una pentola porta ad ebollizione l’acqua, versa i piselli e fai lessare per una decina di minuti. Una volta cotti, scola e fai raffreddare.
  • Dopo che si saranno raffreddati, versa nel mixer (conservane un pò che serviranno per condire il piatto prima di servire) insieme alle mandorle, gherigli, prezzemolo e menta tritati un pò, e formaggio. Aziona le lame e dai una prima frullata. Versa un filo d’olio e continua a frullare, versando altro olio fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea.
  • Cuoci le orecchiette in abbondante acqua leggermente salata. Quando saranno cotte al dente, scola, versa in una ciotola e condisci con il pesto di piselli, stemperando un paio di cucchiai di acqua di cottura della pasta.
  • Condisci con i piselli interi rimasti, le foglie di basilico e servi a tavola.

I piselli sono legumi che giungono a maturazione in primavera. Hanno un sapore dolce e sono molto squisiti.

Ricchi di acqua, vitamine  (A, C, del gruppo B), fibre, proteine, zuccheri, sali minerali (in particolare potassio, fosforo, calcio, magnesio, selenio e ferro), aiutano mente e cuore a rimanere in forma.

Rispetto agli altri tipi di legumi sono indubbiamente più leggeri, più digeribili e  non creano i classici problemi di meteorismo e aerofagia, che invece provocano altri legumi come ceci e fagioli.

La ricchezza di fibra insolubile favorisce il transito intestinale e la digestione, stimolando la formazione e l’espulsione delle feci.

Il contenuto di vitamine e sali minerali rendono queste piccole perle verdi ottimi per ridurre i livelli di colesterolo cattivo e regolare i livelli di glicemia nel sangue. Infine, un aiuto importante alla vista, mantengono in salute il sistema nervoso, prevengono stati di depressione e cattivo umore.

I piselli apportano il massimo dei benefici quando sono freschi, appena raccolti. Quindi, bisogna approfittare di consumarli regolarmente durante la stagione primaverile inoltrata e buona parte del periodo estivo.

Sono soggetti a un veloce deterioramento, per cui appena raccolti e sgranati meglio conservarli in frigo se non si consumano al momento.

Attenzione ai tempi, perchè non durano più di 48 ore se ancora all’interno del baccello,  4 – 5 giorni se sgranati. Questi tempi non vanno superati poichè il pisello è un legume che tende a perdere il sapore dolce e la freschezza.

Al di là del periodo di raccolta, invece, possono essere consumati essiccati, in scatola oppure surgelati, ma si tratta di tutt’altra storia!

CosimoC.

Ti è piaciuto questo articolo? Scrivi un tuo commento qui sotto. Per rimanere in contatto, iscriviti alla NEWSLETTER, segui i miei profili social: FACEBOOK, INSTAGRAM, TWITTER e PINTEREST

SEGUIMI SUI SOCIAL

Categorie

Archivio

Tag cloud