Così morbide, saporite e dorate, queste polpette si preparano con pochi e semplici ingredienti a cominciare dalla zucca Butternut. Polpette squisitissime!

Le polpette avanzate si possono conservare in frigo in un contenitore ermetico, per un massimo di 2 giorni. Prima di servirle, puoi riscaldarle al forno oppure in microonde. In alternativa, puoi congelarle già farcite e impanate per poi friggerle ancora congelate, dopo averle lasciate brevemente a temperatura ambiente.

Ingredienti

  • 500 gr. di zucca
  • 100 gr. di grana padano grattugiato
  • 2 – 3 foglie di salvia fresca
  • pepe nero
  • 100 gr. di pangrattato
  • 50 gr. di scamorza
  • 1 uovo
  • sale fino
  • Pangrattato per la panatura delle polpette
  • Olio di semi di arachidi per friggere le polpette

Preparazione

  • Taglia a fette la zucca, elimina la scorza e sistema su una leccarda foderata con carta da forno. Condisci con un filo d’olio, un pizzico di sale e cuoci in forno statico a 200 °C per 30 minuti.
  • Nel frattempo, trita finemente le foglie di salvia e riduci a cubetti la scamorza. Quando la zucca sarà cotta, sforna e trasferisci in una ciotola.
  • Schiaccia la zucca con i rebbi di una forchetta, inserisci il pangrattato, il formaggio grattugiato, l’uovo, la salvia tritata e il pepe. Impasta con le mani per amalgamare bene tutti gli ingredienti.
  • Col composto ottenuto, forma delle sfere, inserendo al centro qualche cubetto di scamorza. Richiudi la polpetta in modo da sigillare il formaggio all’interno e lavora con le mani per dargli la forma tonda. Prosegui allo stesso modo con tutte le altre.
  • In una padella versa l’olio e fai riscaldare. Intanto passa ogni polpetta nel pangrattato, quando l’olio sarà diventato bollente, immergi un pò di polpette alla volta nell’olio e fai friggere fino a farle dorare.
  • Scola dall’olio in eccesso e adagia in un recipiente foderato con carta assorbente. Fai raffreddare un pò e servi a tavola.

Zucca Butternut: alla scoperta delle sue proprietà e usi in cucina!

Non solo polpette, con questa varietà di zucca si possono realizzare, in realtà, tantissime ricette davvero squisite! Di zucche, in generale, ne esistono di tanti tipi: le varietà esistenti sono 500 e si propongono con le forme più strane e variano molto anche i colori della buccia. Queste 500 fanno riferimento a 15 specie, 10 non sono commestibili, talvolta velenose e usate spesso come decorazione di design.

Mentre, i 5 tipi di zucca mangereccia deliziano i nostri palati in tutte le stagioni e in tutte le portate. Nello specifico sono:

  • zucca da orto o zucchino
  • zucca gigante
  • zucca muschiata
  • zucca del siam
  • zucca ayote

Di queste fanno parte moltissime sottospecie che si sono adattate perfettamente al territorio italiano, esprimendo il massimo in bellezza, sapore e resa, come , ad esempio, la zucca Butternut, a forma di campana, buccia liscia, di colore verde arancione, polpa solida ma tenera, di colore giallo-arancione.

Una varietà di eccellente qualità culinaria, ha un retrogusto di nocciola fresca e, solitamente, raggiunge grandi dimensioni.

Ortaggio autunnale per eccellenza, si raccoglie da fine agosto fino a ottobre-novembre, simbolo iconico più importante e conosciuto di Halloween, un vero toccasana per il nostro organismo: oltre ad avere un basso contenuto di calorie (26 kcal per 100 g di prodotto), e un ridotto quantitativo di zuccheri e grassi nocivi, motivo per cui è consigliato il consumo frequente ai diabetici e nelle diete ipocaloriche, è costituita per il 90% di acqua ed è ricca di fibre.

Come tutti gli ortaggi di colore arancione, la zucca è ricca di beta-carotene, una sostanza importantissima perchè fa bene alla pelle, alle mucose, alla vista e tiene alla larga i radicali liberi, sostanze che accelerano il processo di invecchiamento delle cellule del corpo.

Naturalmente, non mancano i sali minerali (calcio, potassio, sodio, magnesio, fosforo) e vitamine (vitamina C ed E). La zucca è ricca anche di Omega 3, un grasso buono che aiuta a ridurre il livello di colesterolo cattivo nel sangue, oltre che abbassare la pressione arteriosa e migliorare complessivamente la circolazione sanguigna.

Dato il buon contenuto di magnesio, la zucca agisce da rilassante muscolare naturale. Da evidenziare anche il contenuto interessante di seratonina, l’ormone del buonumore che regola il ciclo sonno/veglia, il senso di fame/sazzietà e il tono dell’umore; quindi utile contro insonnia e depressione.

I semi in essa contenuti non vanno scartati: sono veri e propri superfood, ricchi di proteine, Omega 3, zinco, magnesio e di fibre che curano e proteggono il sistema cardiovascolare e urinario, oltre ad avere efficacia antisettica, antinfiammatoria e antivirale.

Per sceglie una zucca buona e ben matura, nel caso sia intera, dai dei leggeri colpetti sulla buccia, che dovrà emettere un suono sordo.

Se invece preferisci optare per la zucca già tagliata a pezzi, fai attenzione alla superficie, che non deve essere nè troppo asciutta nè troppo matura, mentre i semi devono essere umidi e scivolosi. Inoltre, controlla che il picciolo sia integro e ben attaccato e la buccia senza ammaccature.

La zucca intera si può conservare anche per tutto l’inverno, se l’ambiente in cui viene conservata è fresco e asciutto. La zucca a pezzi, invece, è meglio conservarla in frigo, possibilmente avvolta nella pellicola trasparente e sistemata assieme alle altre verdure, e consumarla entro massimo una settimana.

CosimoC.

“UN PO’ DI SALE IN ZUCCA. 50 IDEE PER CUCINARE LA ZUCCA di Laura Adani

SEGUIMI SUI SOCIAL

Categorie

Archivio

Tag cloud

“FAKE NEWS ALIMENTARI. 10 BUONE ABITUDINI PER ORIENTARSI AL MEGLIO SU CIBO E ALIMENTAZIONE, ARMONIZZANDO CORPO E MENTE” di Stefano Erzegovesi, Caterina di Torrepadula e Alessandra Bosaia

Iscriviti alla Newsletter!