Croccante, gustosa e facile da preparare, la torta salata è un altro modo per gustare al meglio queste verdure invernali dalle spiccate noti amarognole.

Le cime di rapa vanno preventivamente sbollentate, per togliere l’eccessiva amarezza, poi ripassate in padella con olio, aglio ed eventualmente con un pò di peperoncino per insaporirle. Una volta pronte si sminuzzano grossolanamente e miscelate con tutti gli altri ingredienti per formare la farcia. Ecco la mia ricetta:

INGREDIENTI

  • 1 rotolo di pasta sfoglia già pronta
  • 500 g di cime di rapa
  • 250 g di mozzarella
  • 1 uovo
  • 80 g di mozzarella
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale
  • pepe 
  • 3 – 4 fette di prosciutto cotto
  • olio extravergine d’oliva q.b.

PREPARAZIONE

  • Sbollenta le cime di rapa in abbondante acqua non salata per circa 10 minuti fino a che sia le foglie, sia i gambi non risulteranno tenere. Scola le verdure e riponi in un recipiente e fai raffreddare un pò.
  • Metti sul fuoco una padella, versa 2 – 3 cucchiai d’olio, l’aglio schiacciato e fai riscaldare. Versa la verdura e fai saltare per qualche minuto per insaporire.
  • Scola e verdure dall’olio, togli l’aglio e lascia raffreddare. Una volta tiepide, sminuzza grossolanamente gambi e foglie con un coltello da cucina.
  • In una ciotola versa il parmigiano, l’uovo sbattuto, il sale e il pepe. Mescola un pò per amalgamare il tutto.
  • Fodera una teglia di 24 cm di diametro con la pasta sfoglia, sistema sul fondo le fette di prosciutto e su queste versa il composto, che andrà livellato con un cucchiaio.
  • Sopra il composto, cospargi la mozzarella tritata e un pizzico di pepe, infine, piega il bordo della torta.
  • Inforna a 180 °C per 35 – 40 minuti. Sforna, fai raffreddare un pò prima di iniziare a tagliarla e gustarla

Cime di rapa: ricche di proprietà e gusto!

Coltivate prevalentemente al sud Italia (Lazio, Campania e Puglia in particolare), le cime di rapa oggi vengono coltivate in tutte le regioni e sono apprezzate davvero tanto!

Ciò che si consuma di questo ortaggio autunnale-invernale sono le infiorescenze non ancora aperte; infatti, vanno raccolte prima che fioriscano, e con le foglie presenti. Il ciclo di crescita è principalmente nei mesi freddi dell’anno, quindi la loro stagione è particolarmente ristretta, limitandosi al tardo autunno e prima parte dell’inverno.

Composte da acqua, sali minerali (calcio,ferro, fosforo, potassio in particolare), vitamina C, A e B2, hanno proprietà antiossidanti e disintossicanti, sono anti-colesterolo e benefici per la salute del sistema cardiovascolare.

Il buon contenuto di acido folico rende le cime di rapa un alimento adatto alle donne nel periodo della gravidanza.

Date le spiccate note amarognole, vanno consumate cotte (si raccomanda una cottura breve per evitare di disperdere gran parte delle sostanze in esse contenute) per renderle più dolci al palato e più digeribili.

Queste verdure si prestano davvero a tantissime ricette: primi, secondi, contorni. Lessate e poi condite con olio e succo di limone diventano un delizioso contorno da abbinare a primi piatti a base di pesce. E poi come non citare il famoso primo piatto protagonista della cucina pugliese, che li vede protagonisti assieme alle orecchiette, olio, aglio, peperoncino e qualche alicetta da soffriggere nell’olio?

Cosimo

Ti è piaciuto questo articolo? Scrivi un tuo commento qui sotto. Per restare aggiornati con la pubblicazione delle prossime ricette con cime di rapa, iscriviti subito alla Newsletter, segui costantemente i miei profili social: Facebook, Twitter, Instagram e Pinterest

SEGUIMI SUI SOCIAL

Categorie

Archivio

Tag cloud

Iscriviti alla Newsletter!